Booking.com

Sconti su 120.000 hotel nel mondo

Booking.com

Il Cammino delle Stelle, Andrea Conti

 aforismidiviaggio cammino stelle

Sui passi dei pellegrini medievali a Santiago di Compostella

Il pellegrinaggio, è il viaggio compiuto individualmente o collettivamente durante il quale per sua natura, complice o estranea la disponibilità del soggetto, pone in rapporto con la stessa divinità. E’ nesso comune alle varie esperienze religiose dell’umanità. Quando Verso la metà del IX secolo si diffuse in tutta Europa la notizia strabiliante che nella remota Galizia, all’estremo confine nord-occidentale della penisola iberica, grazie a un prodigio divino era stato rinvenuto il sepolcro dell’apostolo san Giacomo il Maggiore, un incredibile entusiasmo rafforzatosi nel corso dei secoli successivi, attirò sul luogo sacro folle sempre maggiori di pellegrini, non solo del vecchio continente, ma anche dal Vicino Oriente e addirittura dall’Africa, tanto che Compostela divenne la terza meta di pellegrinaggio più seguita, dopo la Terra Santa e Roma. Sulle strade di questo nuovo santo cammino si formarono la storia, la cultura, la civiltà stessa dell’Europa. Il volume di Andrea Conti ricostruisce, da cronista e giornalista, le vicende del ritrovamento della tomba e delle spoglie dell’apostolo. Prolunga la sua analisi ricostruendo e approfondendo la genesi di un fervore collettivo che ha indirizzato nei secoli del Medioevo migliaia di pellegrini appartenenti ad ogni ceto sociale verso quelli che si ritenevano i confini del mondo. Consapevole che la storia ha designato questo evento costruttore di spiritualità in movimento, l’autore approfondisce la relazione del pellegrinaggio con la devozione e con l’aspetto culturale e turistico che ancora oggi non accenna a diminuire, ma che sembra rinnovarsi continuamente.

 aforismidiviaggio Basílica de Santiago 02

 

 

"Pellegrinaggio, il viaggio compiuto individualmente o collettivamente è capace di veicolare la relazione con la stessa divinità, è uno degli elementi comuni alle varie esperienze religiose dell’umanità".

"Il viaggio accomuna tutti gli uomini come il pensiero e la parola esso è segno di umanità (Franco Cardini).

"Il pellegrinaggio è l’immettersi nella condizione di straniero; il pellegrino potrebbe essere straniero nella terra di origine, e la sua vera patria potrebbe essere invece la sua meta". (Franco Cardini )

"Il sentimento di religione, come ricerca del cibo per lo spirito e dell’esperienza del trascendente, è certamente fra le principaliaforismidiviaggio Hieronymus Bosch 097 motivazioni per cui l’uomo si è messo e si mette in viaggio.

"I mercanti viaggiavano con i piedi, i sapienti viaggiavano con i piedi e con gli occhi, i turisti viaggiano con i piedi, con gli occhi e con il cuore, cioè pellegrini".

"Il pellegrinaggio è l’immettersi nella condizione di straniero, egli potrebbe essere straniero nella terra di origine, e la sua vera patria potrebbe essere invece la sua meta". (Franco Cardini)

"L’itinerario, via via che viene affrontato, colma lentamente la distanza e favorisce la vicinanza, ma nel momento in cui esso viene concluso torna a sottolinearle entrambe perché comunque il pellegrino non si trova di fronte alla realtà bensì a un’immagine di essa.

"Il diario di viaggio è uno spazio in cui il mondo esterno si manifesta filtrato attraverso lo sguardo dell’artista".

"L’artista viaggiatore è testimone dei posti e degli incontri, dei quali propone la sua personale visione. Spesso nei diari di viaggio manca il “monumentale”, il “famoso”, ma è uno sguardo sempre racchiuso sul minimo, sul dettaglio.

"Per questo la cattura di ciò che è effimero è la caratteristica principale del diario di viaggio, la spontaneità, il saper fermare in uno schizzo il flusso continuo che avvolge il viaggiatore. Anche se le condizioni in cui si lavora sono, nella maggior parte de casi, disagevoli e scomode.

Per vedere un luogo occorre rivederlo. Il noto e il familiare, continuamente riscoperti e arricchiti, sono la premessa dell’incontro, della seduzione e dell’avventura; la ventesima o centesima volta in cui si parla con un amico o si fa all’amore con una persona amata sono infinitamente più intense di prima. Ciò vale pure per i luoghi; il viaggio più affascinante è un ritorno, un’odissea, e i luoghi del percorso consueto, i microcosmi quotidiani attraversati da tanti anni, sono una sfida ulissiaca".

aforismidiviaggio Vieira Camino de Santiago

aforismidiviaggio frasi immagine 2